La svolta anticlericale del PD

A molti non sarà sfuggito che buona parte della rappresentativa teodem nel PD è stata spostata dal Senato alla Camera, i senatori Bobba e Binetti saranno deputati. A causa del premio di maggioranza a livello nazionale, alla Camera non è possibile che ci sia un risultato incerto, chi vince si prende un’ampia maggioranza di seggi. Quindi un piccolo gruppo di deputati non ha potere ricattatorio alla Camera. Lo spostamento dei teodem dal Senato alla Camera può essere interpretato come la volontà di mettere ai margini le componenti del PD più vicine al Vaticano impedendo che abbiano un ruolo nei delicati equilibri che si avranno presumibilmente al Senato.

Questa mossa del PD svela la sua vera natura anticlericale, tutto quello che potrebbe far pensare l’opposto è frutto di un’operazione di marketing per accattivarsi il voto cattolico. Una volta al potere i democratici metteranno in discussione il Concordato, elimineranno i privilegi fiscali della Chiesa, faranno leggi a tutela delle coppie di fatto, istituiranno il testamento biologico, renderanno più breve la via per il divorzio, legalizzeranno l’eroina per gli ultrasettantenni (avete mai pensato ai grandi risparmi per lo Stato se la maggioranza degli ultrasettantenni si facesse di eroina dalla mattina alla sera?), modificheranno la legge 194/78 in senso libertario, aboliranno la legge 40/04 e in materia di procreazione assistita approveranno una legge simile a quella olandese, verranno aboliti gli ostacoli alla ricerca scientifica in campo biotecnologico, Veltroni si dichiarerà transumanista. La CEI dopo un primo momento in cui cercherà di fare la voce grossa, dovrà rassegnarsi ad avere scarsa influenza sulle scelte politiche del paese in quanto gli esponenti di spicco del PD replicheranno con placida fermezza a ogni tentativo di ingerenza. Di fronte a una politica forte le altre istituzioni rinunceranno a svolgere un ruolo di supplenza, così la Chiesa, la magistratura, i sindacati, confindustria, fino alle singole corporazioni del cazzo rimarranno al loro posto e si occuperanno delle aree di loro competenza, con gaiezza. A questo punto Cristo tornerà sulla Terra e marcerà su Roma con un’armata di invincibili guidata da Padre Pio. Il Santo di Pietrelcheena lancerà sui sette colli zolfo e fiamme, sputerà bromo su Giovanna Melandri, decapiterà Gigi D’Alessio e staccherà a morsi le orecchie del cardinal Bertone. Nel vano tentativo di placare la furia divina inizieranno a fioccare i sacrifici umani, i primi ad essere immolati saranno PiGi Battista, Ernesto Galli Della Loggia e Angelo Panebianco. Il Signore si riterrà insultato da tali doni e intensificherà l’impeto devastatore inviando sulla Terra San Francesco d’Assisi armato di cannone agli ioni di argon con il quale affonderà Venezia, spianerà le Alpi e vaporizzerà l’ego di Luca Sofri. Intanto Giulio Andreotti sarà asceso al cielo a proclamare la resa incondizionata dell’Italia, ma giunto davanti ai SS. Pietro e Paolo, mentre starà per pronunciare le parole “sento che tutto, tranne la vostra personale cortesia, è contro di me…” verrà sodomizzato da Santa Maria Goretti, con un dildo incandescente a forma di Giuliano Ferrara.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , ,

One thought on “La svolta anticlericale del PD

  1. GUIDOROSSI ha detto:

    Ha ahh ah hha !! Sto ancora ridendo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: