Archivio mensile:agosto 2014

La marmotta di Meg Ryan

Durante le riprese di When Harry Met Sally… Meg Ryan aveva il pelo foltissimo. Lei ne era orgogliosa e se ne andava in giro in slip con sotto questa marmotta solo per vedere l’effetto che faceva, e faceva un grande effetto. Purtroppo non esiste documentazione fotografica, ne siamo certi perché la rivista Big Bush Women ha svolto una ricerca accurata e non ha trovato niente. Questo è il più grande rammarico della stessa Meg Ryan, che in un’intervista ha dichiarato “conservo i residui delle mie unghie dei piedi dall’adolescenza, li metto nei barattoli della marmellata. All’inizio non sapevo per quale motivo lo facessi, poi mi sono resa conto che avrei potuto usarli per comporre opere figurative. Ogni giorno faccio pratica nella composizione delle mie unghie e posso dire senza sentirmi presuntuosa di essere diventata una maestra. Tra sei anni avrò abbastanza unghie per comporre quella che sarà la mia opera più significativa, la riproduzione della mia marmotta, di quando ancora era rigogliosa e la esponevo con vanto durante le riprese di When Harry Met Sally… Se penso a quanto tutti noi siamo stati stupidi a non filmare o fotografare il mio pube. Mi viene da piangere. Ma con le unghie si può riparare all’errore, perché non è solo un modo di riprodurre un’immagine, con le unghie si può trasmettere anche l’odore carico, pesante, il tanfo di fontina che ti si imprime nella mente e all’inizio magari ti disgusta, ma poi lo vai a cercare ancora e ancora nella memoria e lo vuoi sentire di nuovo e ogni volta è un piacere più intenso. Non voglio essere ricordata come l’ex-fidanzatina d’America, vorrei solo che rimanesse l’immagine della mia pallottola ribelle fatta con le mie unghie dei piedi e che la gente dicesse “era Meg Ryan, aveva un pelo foltissimo e sapeva di fontina”.