Archivio mensile:ottobre 2014

L’intestino

In una via principale di WS City si può ammirare “L’intestino”. L’intestino riempie completamente una vetrina lunga otto metri e alta tre, non si riesce a capire dalla strada quanto sia profonda, ma è presumibile che si estenda per almeno due o tre metri verso l’interno dell’edificio che lo ospita. Attraverso il vetro si possono vedere le anse intestinali in movimento. Non è chiaro se questo organismo sia costituito unicamente da un intestino o se ci siano altri organi nascosti alla vista, è possibile che da qualche parte ci sia un cuore, dei polmoni, un fegato. E’ probabile che ci sia anche un sistema nervoso, perché la bocca dell’intestino sembra comportarsi in modo intelligente, in particolare mostra gratitudine ai passanti che gli offrono qualcosa da mangiare. Apparentemente l’intestino è in grado di metabolizzare qualsiasi cosa, per questa ragione i passanti ci introducono per lo più rifiuti, che però vengono ben accolti. La bocca è posta a un’estremità della vetrina, un foro circolare nel vetro permette all’estremità intestinale a cui la bocca è collegata di uscire verso la strada e raccogliere il cibo che le viene porto o quello che trova sul selciato. Non sappiamo se ci sia uno stomaco tra la bocca e l’intestino. All’estremità opposta un altro foro circolare permette l’uscita della parte terminale dell’intestino, una valvola anale che, a intervalli regolari, rilascia una sostanza cremosa commestibile. L’intestino sembra svolgere un triplice ruolo: 1. raccoglie avanzi e rifiuti dei passanti, contribuendo alla pulizia della strada 2. produce un alimento gratuito molto apprezzato dai turisti 3. offre uno spettacolo singolare al passante non abituato ad ammirare intestini giganti che vivono all’interno di una gabbia di vetro.

Annunci

Il brodino del Re

Nella cucina del Re, batterie di 16 scoiattoli erano collegati analmente con la pentola del brodino. Gli scoiattoli erano alimentati esclusivamente con semi di mais e ghiandole parotidee di cervo, una miscela perfezionata per ottenere i migliori flati aromatizzati. I gas prodotti dagli scoiattoli gorgogliavano nel brodino e gli conferivano il gusto tanto caro al Re.
Fuori dal palazzo reale, le proteste non cessavano. I manifestanti chiedevano la liberazione degli scoiattoli, schiavi dei capricci culinari del Re. Alcuni si spingevano al martirio, altri spingevano i propri figli al martirio, altri ancora spingevano i figli degli altri al maritiro, infine, c’eran quelli che spingevano al martirio chi spingeva i figli degli altri al martirio.